venerdì 29 novembre 2013

Con i rametti di pino !



Abbiamo deciso di realizzare una decorazione per la casa utilizzando materiali poveri come i rametti di pino precedentemente raccolti e della carta. Questa volta oltre ai rametti, nel bosco abbiamo raccolto anche un po' di ciuffetti di aghi di pino verdi, per dare un tocco di colore.
Marco ha strappato da un giornale alcuni fogli e li ha arrotolati per formare tanti coni:


Avevo conservato un cestino di rafia blu, ideale da utilizzare come base per la nostra composizione. Semplicemente, Marco si è divertito a inserire, a suo piacimento, nel cestino di rafia, i rametti, gli aghi di pino verdi e i coni di carta:



Ecco la nostra bella decorazione naturale, riciclosa e a costo zero.








mercoledì 27 novembre 2013

Natale: albero di noci !



Gli alberi sono la nostra passione, ancora di più se sono alberi di Natale.
Questa volta abbiamo realizzato un albero di Natale tutto naturale, a costo zero e anche profumato.
Dopo aver mangiato cinque noci, aperte con cura per evitare che si spaccassero, abbiamo pensato di riutilizzare i gusci:


E' stato molto semplice per Marco incollare con la colla a caldo i gusci fino a formare un triangolo:


Ecco il lavoro finito, io ho incollato, in cima, un pezzo di spago per poterlo appendere:


Ora serviva qualcosa per addobbare il nostro albero, non avevamo molta fantasia, ma cercavamo qualcosa di originale. Nel frattempo, in attesa di idee, ci siamo mangiati una bella e profumatissima arancia:



E l'idea è arrivata ! Utilizziamo la buccia di arancia per decorare l'albero di Natale.
Tagliamo piccoli pezzetti per trasformarli in palline e triangolini, un pezzo più grande per fare la stella da mettere in cima.
Sempre con la colla a caldo, ho incollato gli addobbi preparati precedentemente:
















lunedì 25 novembre 2013

Un libro per imparare l'ortografia !


Girovagando su internet, un giorno, ho avuto la fortuna di conoscere la maestra Luisa Cagnola, incontro propizio per Marco, infatti, la signora Luisa ha scritto e ha messo online a disposizione di tutti, due libri, uno dei quali basato sulle principali regole dell'ortografia.
Prima di procedere nella descrizione dei suoi libri, vorrei presentarvela, in modo da poter apprezzare ancor di più il suo lavoro e la sua bella persona, si nota, infatti,che sicuramente avrà donato tanto amore ai suoi alunni, bambini e adulti stranieri, che sicuramente la ricorderanno con tanto affetto, e l'amore vale più della didattica e delle schede, certo anche quelle servono, ma senza amore restano sterili solo pezzi di carta, è l'amore che muove i fili della conoscenza.
 Ecco una breve presentazione scritta da Luisa Cagnola:

"Ho lavorato come insegnante elementare per 25 anni, inframmezzati da 4 anni alle superiori. Ho poi insegnato italiano agli stranieri per 11 anni. Il lavoro mi piaceva moltissimo, soprattutto quello con i bambini della scuola elementare. Mi dava grandi soddisfazioni e mi appagava sul piano delle relazioni umane. Ho avuto la fortuna di lavorare con colleghe molto preparate, con cui ero in sintonia e dalle quali ho imparato moltissimo.

Ho scritto due libri per bambini: Il paese dell'alfabeto e La casa delle meraviglie.

Il primo è nato a scuola, con l'intento di far apprendere ai bambini di prima elementare i digrammi, divertendoli. E' una storia fantastica sull'invenzione della scrittura e gli inventori trovano di volta in volta degli stratagemmi per inventare i vari digrammi. L'abbiamo usato con buoni risultati in varie classi prime, i bambini si divertivano moltissimo a sentire le storie degli inventori. Una collega ha anche fatto l'apparato didattico, con schede varie.

La casa delle meraviglie prende spunto da uno sfratto che ho veramente avuto e della necessità di comprare casa con pochi soldi a disposizione. Vuole insegnare ai bambini ad affrontare le paure parlandone con gli adulti. Le paure dei nipoti, nel momento in cui ne parlano alle zie, si materializzano sotto forma di animaletti, che restano a casa delle zie. Ogni nipote poi va però a riprendersi il suo problema, trovandolo tuttavia trasformato in qualcosa di accettabile, che non fa più paura."


Marco ha finito di leggere "Il paese dell'alfabeto" e ha appena iniziato "La casa delle meraviglie".
La lettura del primo libro, oltre ad essere stata molto divertente per lui, è stata anche molto educativa, alcune sere, leggendo le pagine del libro, ha ripassato ciò che avevano trattato in classe la mattina, quindi ha potuto fissare meglio a mente i concetti, divertendosi ad anticipare e correggere le risposte e le idee degli "Inventori". Con delle simpatiche storielle, la maestra Luisa, cerca di attirare l'attenzione dei bambini per insegnare loro nozioni base. A giudicare dall'esperienza con Marco, devo, infatti, testimoniare come ha potuto imparare o ripetere giocando. Marco non conosceva la parola "soqquadro", l'ha scoperta leggendo questo libro e il suo modo davvero simpatico di parlare della lettera "Q" e della famiglia dell'acqua. Questo libro puo' essere usato per il ripasso estivo e dovrebbe essere a disposizione in classe dei bambini, magari in una biblioteca scolastica. Provate a leggerlo insieme ai vostri figli e mi darete ragione.
Anche la lettura del secondo libro sta colpendo Marco, questa casa così piccola dove sembra impossibile entrarci, ma poi ..........
Ringrazio nuovamente la maestra Luisa per l'opportunità che ha dato a Marco di poter leggere questi libri ed ho voluto scrivere questo post per condividere con voi i suoi libri, strumenti davvero preziosi.




sabato 23 novembre 2013

E' arrivato Natale, prepariamoci ad accoglierlo


Si é proprio così, Natale é alle porte e lo vediamo dalle strade addobbate con luminarie multicolori, dalle vetrine dei negozi richiamanti i temi natalizi, dalla neve che é caduta in varie località e perché no, dal calendario che indica sempre meno giorni per raggiungere la fatidica data del 25 dicembre. Tante cose da fare, addobbare la casa, acquistare i regali, iniziare a fare la spesa per realizzare i vari menù natalizi senza dimenticare di approntare e mettere in bella mostra l'albero di Natale e il tradizionalissimo presepio, che tanto piace ai bambini, ma spesso anche ai grandi. Mammecomeme, ha pensato di darvi una mano realizzando alcuni post come "Natale: mandala natalizio!" "Natale: albero ricicloso!""Befane segnaposto""I biscotti di natale"e tanti altri, che vi aiuteranno ad affrontare i preparativi per il Santo Natale, non dimenticando di suggerirvi come realizzare l'albero di Natale e il presepio pubblicando il video che segue e dedicandolo a voi tutti.

video


giovedì 21 novembre 2013

Natale: mandala natalizio !


Un giorno, girando su internet, ho trovato questo disegno che rappresenta un mandala natalizio:

Davvero bello, così, ricordandomi di aver conservato strisce di bottiglie di plastica colorate, le ho tagliate tipo tessere per mosaico e ho proposto a Marco di usarle per realizzare il mandala natalizio, naturalmente a Marco l'idea è piaciuta:


Armato di colla vinilica, ha iniziato a incollare le nostre tessere per mosaico riciclose. Lui si è occupato di incollare le tessere più grosse, mentre a quelle più piccole e a quelle da ritagliare secondo la forma del disegno, ci ho pensato io. Marco ha deciso di iniziare con il colore verde che abbiamo utilizzato per lo sfondo:


Poi siamo passati al colore blu per fare il vestito dell'angelo:


Viso e dettagli dell'angelo sono stati fatti con il colore giallo:


Adesso tocca alle ali dell'angelo, Marco ha scelto il colore rosso:


E' stato un lavoro di precisione che è durato un intero fine settimana, ma il risultato è davvero incredibile:












lunedì 18 novembre 2013

Natale: albero ricicloso !



Per fare un albero di Natale ci vuole naturalmente un albero, ma quante varianti possiamo utilizzare al classico albero, eccone una: un bel ramo di pino. Come base, ho pensato di utilizzare un'anfora di terracotta, abbiamo piazzato il nostro ramo al centro dell'anfora e con delle pietre lo abbiamo circondato in modo che non si potesse più muovere all'interno dell'anfora:


Adesso spazio alla fantasia, cosa usare per decorare il nostro albero di Natale ?
Questi rametti sottili si offrono benissimo per essere decorati con le cannucce dei succhi di frutta che Marco ha bevuto in questi giorni:



Dopo le cannucce cosa potevamo usare per dare più colore e allegria ? Naturalmente un altro elemento salvato dalla spazzatura e che a casa raccogliamo sempre per i suoi molteplici usi. Avete indovinato ? Sicuramente avrete capito che mi riferivo ai tappi di plastica colorati delle bottiglie. Ho incollato con la colla a caldo un po' di spago dietro i tappi, ed ecco qui le nostre palline per l'albero di Natale pronte. Tocca a Marco divertirsi a decorare l'albero, scegliendo, anche, gli abbinamenti di colore:


L'albero di Natale è pronto:















Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...