giovedì 10 aprile 2014

Il diritto al gioco dei bambini !



A me piace molto osservare i bambini mentre giocano, sono sempre sorridenti, a volte litigano, ma subito poi si mettono d'accordo e torna la pace. Il gioco è fondamentale per la crescita sana del bambino, persino a scuola gli insegnanti utilizzano il gioco per far apprendere concetti e didattica. In rete ho conosciuto queste due mamme, ma mamme con la "M" maiuscola che si stanno impegnando a fondo per rendere accessibili ai loro bambini, i parchi giochi della loro zona. Nobile iniziativa che potrebbe coinvolgere anche mamme di altre regioni di Italia, perchè
il diritto al gioco per ogni bambino è essenziale, come è anche importante che i bambini giochino tutti insieme, perchè tra loro non ci sono diversità, le diversità le creiamo noi adulti con i nostri pregiudizi.

Claudia, con parole sue, vi illustrerà la loro lodevole iniziativa:

"Ciao, siamo due mamme della Romagna: Claudia e Raffaella. Ci siamo conosciute di persona circa un anno e mezzo fa ad  un banchetto solidale e siccome abitiamo abbastanza vicino abbiamo iniziato a frequentarci e a portare i nostri bimbi insieme agli eventi locali come letture, spettacoli e feste. Samuele e Cristian, i nostri due bimbi, hanno sei anni e mezzo e sono vivaci, curiosi e chiacchieroni! Si divertono insieme e a noi piacerebbe portarli a giocare anche al parco ma c’è un problema. Cristian ha la SMA, (atrofia muscolare spinale), ha i muscoli deboli e capacità motoria ridotta. Nei parchi della nostra zona non esistono giochi accessibili a bambini con disabilità. Nella maggior parte dei parchi italiani sono installati giochi che sono perfetti per chi sa arrampicarsi, correre e saltare. Io e Raffaella stiamo cercando di fare qualcosa di concreto a Santarcangelo di Romagna, vorremmo che fosse installato almeno un gioco accessibile, magari nel parco centrale, e speriamo di riuscire a realizzare questo piccolo sogno. Oltre a questo progetto abbiamo anche tanta voglia di far conoscere a tutti la realtà del parco inclusivo: in alcune città esistono già parchi in cui tutti i bambini possono giocare insieme come ad esempio il parco “Giochiamo Tutti” a Formentano, (Milano), o il Parco LIBERI TUTTI a Lissone. Anche Jesolo ha realizzato un parco inclusivo: stessi giochi stessi sorrisi. Nella nostra pagina facebook  https://www.facebook.com/pages/Parchi-con-giochi-accessibili-per-tutti-i-bambini/223343917862297 pubblichiamo giornalmente notizie che riguardano i parchi inclusivi e i giochi per tutti. Purtroppo le notizie non sono tante perché molte persone non sanno dell’esistenza di questi giochi e continuano ad installare nei parchi cittadini dei bellissimi giochi che però sono adatti alla maggior parte dei bambini. La maggior parte non significa tutti e questo non è bello. Tutti i bambini hanno diritto  al gioco. Il gioco è importante perché permette di crescere in maniera sana, di imparare a relazionarsi con altri, rispettare i turni e quindi le regole. Giocando si finge di essere mamma, papà, dottore, si imita il comportamento degli adulti, si impara ad avere rispetto dei nostri simili e soprattutto ad apprezzare il prossimo perché se è vero che un bambino ha un disabilità non è detto che non sia simpatico o intelligente o abbia un grande senso del ritmo. Ogni bambino/persona ha qualcosa di bello da insegnarci.
Credo che tutti i genitori dovrebbero impegnarsi, nella propria città, per ottenere la parità di diritto al gioco. Facciamo sapere a tutti che esistono piccoli accorgimenti per rendere un parco accessibile anche ai bambini che usano la carrozzina o ai non vedenti. A volte anche un piccolo gradino è un grande ostacolo che impedisce addirittura di accedere al parco stesso. Facciamo conoscere a tutti i giochi che possono essere usati da tutti i bambini. Perchè non scegliere questi giochi al posto di quelli classici? Questi giochi sono belli, possono essere utilizzati da tutti e garantiscono i diritti dei bambini. I bambini sono il nostro futuro e lo sono tutti, non solo quelli che non hanno problemi ad arrampicarsi su una scaletta a pioli per poi scendere veloci da uno scivolo."









1 commento:

  1. Claudia Protti10 aprile 2014 18:36

    Grazie mille per aver divulgato tramite questo blog la nostra pagina facebook! Grazie di cuore anche per l'introduzione che mi piace davvero tanto. Speriamo che sia possibile realizzare questo piccolo sogno e che in tante altre città italiane ai genitori venga voglia di conoscere i giochi per tutti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...