martedì 22 novembre 2011

Tamburelli colorati !






Quest'anno per il quinto compleanno di Marco abbiamo realizzato insieme questi tamburelli colorati.
Tempo fa avevo trovato un link con qualcosa di similare e conoscendo la passione per la musica di mio figlio e in fondo, credo di tutti i bimbi di questa eta', l'avevo aggiunto ai preferiti. Ho realizzato un prototipo molto rudimentale e l'ho fatto trovare in cameretta di mio figlio per vedere l'effetto su di lui. Non mi sbagliavo, nonostante non fosse neppure chiuso bene, e' piaciuto subito, si e' messo subito a suonare intonando una canzone. Allora dopo la sua approvazione, ci siamo messi all'opera per realizzarne venti da donare ai suoi amichetti di scuola. Devo ammettere che all'inizio e' stato difficoltoso perche' ho provato varie tecniche che magari a me sembravano facili, ma poi notavo le difficolta' che incontrava mio figlio per la realizzazione. I materiali  base occorrenti sono: una matita, una scatola di formaggino, spago bianco, scotch di carta, palline di carta pesta. Ho preparato le palline di carta pesta ( giornali strappati a pezzetti lasciati per una notte a bagno con acqua e colla liquida ) e le ho lasciate ad asciugare per 3 giorni, poi Marco le ha colorate immergendole direttamente nei colori a tempera e le abbiamo messe ad asciugare. Poi abbiamo preparato gli smiles, con l'ausilio della fotocopiatrice ho fatto 20 copie che Marco ha colorato con i colori a cera. ( mi sono sembrati i piu' facili da usare dopo aver provato con quelli a tempera, ma spesso il foglio si bagnava troppo e si aggrenziva quando si asciugava, abbiamo provato con i colori a pastello e a spirito, ma il bambino faceva piu' fatica per colorare e si stancava subito )

Ecco Marco mentre colora:






Poi bisognava ritagliarli, a Marco e' sempre piaciuto ritagliare cosi' ha provato con le forbici a ritagliare, ma la sagoma tonda non e' delle piu' facili e lui non ha la precisione di un adulto, cosi' parlando lui stesso mi ha suggerito la soluzione. Mi ha detto che a scuola usano la tecnica del "punteruolo", lui la chiama cosi', anche se l'hanno usata sul cartoncino e mai sulla carta. Io il "punteruolo" a casa non l'avevo, ma avevo un vecchio spiedino in acciaio con una bella punta, come tappetino, per non forare nulla, ho usato una pressina da forno.
Ecco Marco al lavoro:





Gli smiles cosi' ottenuti li abbiamo incollati su i due lati della scatola di formaggino.
Ho fatto con la matita un buco al centro della scatola, per infilarla e fare da manico al tamburello, poi due buchetti alla scatola di formaggino per inserire lo spago. Con la colla a caldo ho preferito incollare la matita per dare piu' solidita' visto che dovevano essere maneggiati dai bimbi, alle estremita' dello spago ho incollato sempre con colla calda le palline di carta pesta. Per consolidare il tutto, ho chiuso la scatola di formaggino con lo scotch di carta che poi abbiamo colorato con i colori a tempera.
Eccoli qui pronti per i bimbi:




5 commenti:

  1. giusi santangelo22 novembre 2011 21:05

    il miooooooooooooooooooooooooooo .Una domanda :MA QUANTI FORMAGGINI AVETE MANGIATOOOOOOOOOOO????????????????

    RispondiElimina
  2. Ti spediro' anche un po' di formaggini insieme al tamburello cosi' ci aiuti a smaltire

    RispondiElimina
  3. giusi santangelo22 novembre 2011 22:19

    nuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

    RispondiElimina
  4. ma che bella idea, sembra pure facile, per inette come me!!

    RispondiElimina
  5. Si e' semplicissima ma tralaltro i bimbi si divertono a suonarlo, ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...